Fashion

Il lusso made in Italy conquista il mondo

lusso Il lusso made in Italy conquista il mondo advertising 586130 1920 1080x608

Secondo lo studio Global Powers of Luxury Goods 2017 di Deloitte, le aziende italiane sono in testa alle classifiche

All’Italia va di lusso. Lo conferma lo studio “Global Powers of Luxury Goods 2017” condotto dalla società di consulenza Deloitte: le aziende del made in Italy stanno conquistando i clienti di tutto il mondo.

Lo studio di Deloitte, giunto ormai alla sua quarta edizione, esamina i trend del mercato del lusso e analizza le performance dei 100 maggiori player del mercato del lusso a livello globale.

L’Italia, con 26 aziende nella Top 100, è il primo Paese del settore a livello di presenza. Davvero un grande risultato per il made in Italy. E, tra le aziende italiane, ce n’è addirittura una nella Top 10: si tratta di Luxottica, 4° società al mondo per fatturato. Ad essa seguono, fra le italiane, Prada (17° posto) e Giorgio Armani (21° posto).

Marcolin (terzo player italiano dell’occhialeria dopo Luxottica e Safilo) e Valentino sono invece al primo e secondo posto della classifica Fastest growing companies (le aziende che hanno registrato la più alta crescita di fatturato), con Cagr, rispettivamente, del 43,1% e 37,8%.

lusso lusso Il lusso made in Italy conquista il mondo o VALENTINO DESIGNER facebook 1024x512

(AP Photo/Remy de la Mauviniere)

Complessivamente, le aziende italiane della Top 100 realizzano il 16% dei ricavi totali globali e hanno fatto segnare un incremento di 9,3% sull’anno precedente. Un dato, quest’ultimo, significativamente migliore della media delle Top 100, pari al 6,8%.

“Anche nel 2017 viaggi e turismo sono la grande opportunità di crescita per il settore del lusso”, afferma Patrizia Arienti, Deloitte EMEA Fashion & Luxury Leader. “L’essenza stessa del lusso – osserva Patrizia Arienti – sta cambiando, spostando il proprio focus dall’acquisto fisico a una sfera più emozionale, legata all’esperienza che il consumatore vive e alle sensazioni che prova quando effettua luxury shopping” – aggiunge Patrizia Arienti – “Dal futuro i consumatori si aspettano un ruolo sempre più rilevante delle tecnologie digitali e una crescente interazione con i propri brand preferiti”.

 

_________________
MARKETING DISCLAIMER

Come leader mondiali nella commercializzazione di immobili di lusso, gli specialisti di Coldwell Banker Global Luxury sono, con discrezione, al servizio dei clienti più influenti e di successo del nostro tempo, assistendoli nelle operazioni immobiliari che coinvolgono alcune delle proprietà immobiliari più prestigiose al mondo. Fondata nel 1933 da Henderson Talbot, Coldwell Banker Global Luxury ha ridefinito la compravendita di immobili di lusso, filmando le proprietà più prestigiose dell’epoca e presentandole poi in incontri esclusivi agli acquirenti dell’alta società. Quasi 80 anni dopo, Coldwell Banker Global Luxury continua a rappresentare il punto di riferimento per gli immobili di lusso, delle vendite e del marketing ovunque nel mondo. Con 88.000 agenti e oltre 3000 agenzie dislocate in 49 paesi nel mondo, Coldwell Banker conta 150 miliardi di euro di fatturato aggregato nel 2016.

Potrebbe Interessarti Anche

Nessun Commento

    Lascia una risposta

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.