Lifestyle

Foiler, lo yacht volante

foiler Foiler, lo yacht volante guillaume plisson 2994 1080x565

Foiler, lo yacht volante che ha riscritto i canoni dello yacht design, è pronto per sbarcare in Costa Azzurra

Si chiama Foiler il nuovo “yacht volante” di ENATA Marine che ha fatto il suo debutto in occasione dell’ultimo Dubai International Boat Show e che si appresta a stupire anche la Costa Azzurra.

UN SALTO IN AVANTI NELLA TECNOLOGIA DEI FOIL

Osservando attentamente Foiler e guardandolo navigare si può notare che il principio adottato è quello che richiama gli aliscafi. Quando l’imbarcazione è ferma, o a bassa velocità, è tenuta a galla dalla spinta idrostatica, ossia dal dislocamento, mentre quando raggiunge una sufficiente velocità, grazie alla portanza delle “ali” collegate allo scafo emerge totalmente, con una conseguente importante riduzione della resistenza di avanzamento.

In queste condizioni, può raggiungere velocità di oltre 50 nodi (92,7 km/h). Foiler è stato costruito da Enata, un gruppo industriale con più di 200 dipendenti con sedi in Singapore, in Francia, in Svizzera e negli Emirati Arabi Uniti. Ha tre dipartimenti: Marine, Aerospace e Industries. Il progetto è iniziato in Svizzera nel 2010 e il primo scafo è stato costruito negli Emirati Arabi Uniti.

foiler foiler Foiler, lo yacht volante guillaume plisson 0828

© Guillaume Plisson

Lo scafo è interamente realizzato in fibra di carbonio con parti meccaniche in acciaio inossidabile di alta qualità, alluminio e titanio. Anche le lame e i timoni sono prodotti in fibra di carbonio in autoclave, per garantire elevata rigidità e robustezza.

Le 4 lame brevettate sono state progettate per fornire auto-stabilità e garantire una guida confortevole rimuovendo il movimento generato dall’impatto delle onde sullo scafo. Le lame sono completamente retrattili, si passa in pochi secondi dalla modalità dislocante alla modalità in sostentamento aereo.
La barca è lunga poco meno di 10 metri ed è dotata di due foil in carbonio retrattili che la fanno viaggiare ad un metro e mezzo dalla superficie dell’acqua. La spinta è garantita da una propulsione ibrida diesel elettrica mossa da due motori Bmw, due generatori e due Pod elettrici a poppa, che garantisce un’efficienza del 20% superiore rispetto ad una tradizionale imbarcazione planante.

I foil si comportano sott’acqua come le ali di un aereo. Poiché l’acqua è 840 volte più densa dell’aria, le lamine possono essere molto più piccole delle ali di un aeroplano ed essere in grado di sollevare la barca. Quando la velocità della barca aumenta, i foil iniziano a sollevare lo scafo, proprio come avviene ad un aereo su una pista. A 18 nodi, l’ascensore creato dalle lame solleva completamente lo scafo che vola a 1,5 metri sopra l’acqua. La velocità massima in “foiling mode” è di 40 nodi e il decollo dal regime di dislocamento avviene a 18 (con otto persone a bordo).

foiler foiler Foiler, lo yacht volante guillaume plisson 0214

© Guillaume Plisson

LA PROPULSIONE? È IBRIDA

Utilizzando un sistema di propulsione ibrido diesel-elettrico, Foiler è uno yacht moderno in tutti i sensi, che fornisce una migliore efficienza del carburante per ridurre l’impatto ambientale, ridurre i costi di gestione e massimizzare la gamma di crociera. In “full electric mode” può navigare per circa dieci minuti a velocità sotto i dieci nodi; mentre con i motori diesel, a 30 nodi, l’autonomia arriva a 130 miglia. Per facilità di manutenzione, le appendici e le eliche retrattili vengono sollevate e posizionate fuori dall’acqua quando non sono in uso, il che riduce anche l’altezza dello yacht per lo stoccaggio ed è particolarmente conveniente per lo stivaggio nei garage dei superyacht.

foiler foiler Foiler, lo yacht volante guillaume plisson 9448

© Guillaume Plisson

 

_________________
MARKETING DISCLAIMER
Come leader mondiali nella commercializzazione di immobili di lusso, gli specialisti di Coldwell Banker Global Luxury sono, con discrezione, al servizio dei clienti più influenti e di successo del nostro tempo, assistendoli nelle operazioni immobiliari che coinvolgono alcune delle proprietà immobiliari più prestigiose al mondo. Fondata nel 1933 da Henderson Talbot, Coldwell Banker Global Luxury ha ridefinito la compravendita di immobili di lusso, filmando le proprietà più prestigiose dell’epoca e presentandole poi in incontri esclusivi agli acquirenti dell’alta società. Quasi 80 anni dopo, Coldwell Banker Global Luxury continua a rappresentare il punto di riferimento per gli immobili di lusso, delle vendite e del marketing ovunque nel mondo. Con 88.000 agenti e oltre 3000 agenzie dislocate in 49 paesi nel mondo, Coldwell Banker conta oltre 170 miliardi di euro di fatturato aggregato nel 2017.

Potrebbe Interessarti Anche

Nessun Commento

    Lascia una risposta

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.